Smettere di russare si può e si deve.

Presso questo studio potrai trovare la soluzione terapeutica adatta

Il russamento compromette la qualità del sonno.

Il sonno è essenziale per ottenere il recupero delle energie spese dal nostro cervello durante la giornata.

I disturbi del sonno portano a conseguenze fisiche e psicologiche, infatti ,la  diminuzione della qualità della vita  non è il solo aspetto conseguente a questa situazione;  i soggetti affetti da questi disturbi hanno un aumentato rischio di contrarre malattie cardiovascolari  nonché  l’aumento del   pericolo di incidenti sul lavoro, di incidenti stradali, di diminuzione della  resa al lavoro  ecc.

LA RONCOPATIA (RUSSAMENTO) E LE APNEE OSTRUTTIVE NEL SONNO (OSA)

Il russamento o roncopatia avviene per  il difficoltoso passaggio dell’ aria attraverso le prime vie aeree. Tale situazione  è causa della vibrazione dei tessuti molli  che sono compresi tra il palato, la lingua e la faringe. Il caratteristico rumore spesso crea serie difficoltà di relazioni sociali e di convivenza. Risolvere questo problema migliora la vita di relazione e la qualità del sonno. (un roncopatico  diventerà un apnoico)

Se, invece, assieme al russamento sono presenti delle apnee ( interruzioni del respiro)  la patologia assume l’aspetto di una malattia che deve essere curata in quanto è dimostrato che  chi è affetto da  OSAS (sindrome dell’ apnea cronica ostruttiva) medio grave  da  nove anni ha  un aumentato rischio di morte  del 40%.

La diagnosi precoce consente  di mettere in atto delle terapie idonee che, oltre a elevare la qualità della vita, consentono  di scongiurare conseguenze gravi come  l’ ipertensione, le patologie cardiache, il decadimento cognitivo, ictus  ed i  rischi derivanti   sonnolenza diurna, oltre che la diminuzione della libido e la nicturia ( bisogno di urinare di notte).

Un semplice esame strumentale, come il monitoraggio cardiopolmonare e la polisonnografia, eseguito al domicilio  può essere sufficiente per una diagnosi precoce e per una corretta indicazione terapeutica. Il trattamento d’elezione è la ventilazione notturna con CPAP

Oggi grazie alla ricerca e all’evidenza scientifica  circa  più del  50 % delle roncopatie semplici  e /o  associate a  OSAS può essere   eliminata  con un particolare, ma semplice  apparecchio notturno  MAD (mandibular advancement device) applicabile ai denti per avanzare la mandibola.  La realizzazione, l’applicazione ed i controlli   sono  di esclusiva competenza odontoiatrica specialistica  ( www.odontoapneia.it ).